Blog

read-515531_1920-1600x341

Appartamenti per studenti. Il boom delle case in condivisione.

27 Set 2016 0

Boom di domande per le stanze in affitto! Negli ultimi 12 mesi, si è registrato un aumento del 65% in Italia.

Bisogna però prestare molta attenzione a diversi aspetti di tipo contrattuale.

In città universitarie come Roma,  possono essere stipulati contratti di locazione per soddisfare le esigenze abitative di studenti universitari sulla base di contratti-tipo, che sono un particolare tipo di contratto di locazione a uso transitorio, dove viene locata anche solo una singola stanza a uno studente fuori sede,  per un limitato periodo di tempo e per un’esigenza legata alla permanenza in una città universitaria per motivi studio 

La legge determina il periodo minimo e massimo di durata di questo particolare tipo di contratto:

  • periodo minimo: 6 mesi;
  • periodo massimo: 36 mesi.

Alla prima scadenza il contratto di locazione si rinnova automaticamente per un uguale periodo, a meno che il conduttore non comunichi al locatore la disdetta almeno 3 mesi prima della data di scadenza. Non è prevista un’analoga facoltà di disdetta da parte del locatore.

E’ inoltre espressamente vietata la sublocazione.

Alla luce di queste informazioni, avere un appartamento disponibile alla locazione in una zona limitrofa a sedi universitarie risulta estremamente vantaggioso e remunerativo.